Come assemblare un PC: Guida per principianti [Parte 1]

PERCHÉ DOVRESTI ASSEMBLARE IL TUO PC?

Scegliamo qualsiasi combinazione di componenti che vogliamo per soddisfare le nostre esigenze. Utilizziamo al meglio il nostro budget limitato [o illimitato]. In poche parole… Assemblarlo da soli è semplicemente più figo!

DI COSA HAI BISOGNO PER ASSEMBLARE UN PC?

Anche se assemblare un PC può sembrare facile come costruire un LEGO, si devono conoscere le componenti prima di iniziare. Gli assemblaggi di PC possono avere molti stili e usi diversi, ma alcuni componenti sono fondamentali e devono far parte di ogni PC. Impariamo le caratteristiche di ogni parte, sei pronto?

ATTENZIONE! Noi consigliamo sempre di affidarsi ai propri Tecnici di fiducia che svolgono questo lavoro da anni e sono costantemente aggiornati sui componenti e le loro compatibilità.

CPU:

Le CPU sono essenzialmente il cervello dei computer, responsabili dell’interpretazione delle istruzioni e dell’elaborazione dei dati. Ci sono due principali marche di CPU desktop ad alte prestazioni sul mercato: Intel e AMD.

La linea di CPU di AMD: AMD inizia con Ryzen 3 e Ryzen 5, un miglioramento rispetto alle linee legacy Athlon e Sempron.

Ryzen 3 e 5: adatti al gioco occasionale e alle applicazioni d’ucio. Anche se la maggior parte dei processori Ryzen 3 e 5 orono il multi-threading simultaneo (SMT), i prodotti Ryzen 3 molto di base non lo fanno. Assicurati di controllare prima dell’acquisto. I processori AMD con “G” dispongono di graca integrata; tutti gli altri processori Ryzen richiedono una scheda grafica separata anche per visualizzare un output (anche se nella serie 7000 le cose sono cambiate).
Ryzen 7: il Ryzen 7 ha più core, e questa linea è adatta al gaming di livello medio.
Ryzen 9: i chip Ryzen 9 hanno attualmente il maggior numero di core quando si parla della categoria di CPU di grande diusione, rendendoli ottimi sia per il gaming di alto livello che per attività che richiedono un uso intensivo della CPU come il video editing e il rendering. Il processore Ryzen 9 di fascia alta vanta 16 core e 32 thread.
Threadripper ed Epyc: le CPU AMD Threadripper di alto livello e le più potenti Epyc sono orientate verso il mercato delle workstation e dei server.

Ecco la linea di CPU di Intel: Serie Celeron: una serie che ospita i prodotti di base di Intel. Si rivolge agli utenti che non hanno bisogno di gestire lavori ad alta intensità di CPU. I Celeron sono adatti agli utenti che hanno solo bisogno di qualcosa per gestire compiti come guardare/streaming di video, navigare sul web o eseguire applicazioni Oce (elaborazione di testi, fogli di calcolo, presentazioni e così via). Serie Pentium: ore un livello di prestazioni più elevato rispetto al Celeron ma presenta prestazioni grafiche integrate più deboli e una cache più piccola rispetto alla serie Intel Core.
I processori più potenti della famiglia Intel Core. Sono perfetti per giocatori hardcore, per gli streamer e i creatori di contenuti.
Intel Core i3: Perfetti per gestire i compiti quotidiani, gaming leggero, guardare video e navigare sul web.
Intel Core i5: I processori Intel i5 di dodicesima generazione, per esempio, hanno fino a 10 core e 16 thread. Essi (i modelli non-F) sono anche dotati di una grafica integrata decente, che li rende adatti al gaming leggero / all’editing grafico.
Intel Core i7: Offrono prestazioni eccezionali e vantano capacità di multitasking signicativamente migliori rispetto ai processori più deboli della linea Intel. Possono eseguire la maggior parte dei giochi e delle applicazioni più pesanti, come i programmi di editing graco, senza sforzo.
Intel Core i9: I processori più potenti della famiglia Intel Core. Sono perfetti per giocatori hardcore, per gli streamer e i creatori di contenuti.
Core X and Xeon:Pensati per workstation e server. Questi processori di solito sono caratterizzati da un numero di core più elevato e da un maggior numero di caratteristiche aziendali rispetto agli altri processori della linea di prodotti Intel.

CPU Cooler:

Le CPU producono molto calore. Le alte temperature possono causare lo spegnimento del sistema per proteggere componenti importanti, e possono anche causare danni permanenti. Ventole e dissipatori sono quindi necessari per mantenere la CPU alla giusta temperatura. Ad eccezione di alcune CPU di fascia alta, la maggior parte delle CPU di largo consumo sono fornite in combinazione a un sistema di raffreddamento per CPU che può soddisfare le richieste di base di dissipazione del calore. Per una migliore prestazione del sistema, si suggerisce di acquistare un sistema di rareddamento per CPU migliore.

Il radiatore può essere classicato in due tipi a seconda del modo di dissipazione del calore: Raffreddamento a liquido e raffreddamento ad aria. I dissipatori ad aria possono essere ulteriormente classicati in dissipatori a forma di torre, downdraft e updraft, a seconda del loro aspetto e della direzione del usso d’aria. Gli utenti dovrebbero scegliere un raffreddatore che si adatti al loro prodotto e alle circostanze.

Quando si sceglie un dissipatore di calore per CPU, bisogna prendere in considerazione le seguenti indicazioni:

– I cooler devono disporre di Brackets, poiché il posizionamento delle staffe può variare leggermente a seconda del socket della scheda madre;
– Ogni sistema di raffreddamento per CPU supporta un diverso TDP (Thermal Design Power), che indica il massimo valore di emissione di calore che può gestire. Le CPU più potenti hanno bisogno di un migliore rareddamento per garantire un funzionamento stabile;
– Scegli un dispositivo di raffreddamento che si adatta al tuo case. I sistemi potenti spesso hanno grandi dissipatori di calore, quindi è importante scegliere un sistema di raffreddamento che possa adattarsi al tuo case senza ingombrare gli altri componenti.

Motherboard:

La scheda madre è una piattaforma che supporta tutte le parti e i componenti di un computer. Collega i vari componenti di un computer, tra cui le schede di espansione, i dischi rigidi, la memoria e le periferiche come tastiera e mouse, oltre a gestire la comunicazione e la trasmissione tra questi dispositivi.

I seguenti punti dovrebbero essere presi in considerazione quando:

Dimensioni della scheda madre:
proprio come i vestiti, le schede madri sono disponibili in diverse taglie.
Le dimensioni comuni includono: Mini-ITX, Micro-ATX, ATX e E-ATX.

La scheda madre è la seconda scelta più importante quando si assembla un PC. La scheda madre (motherboard, chiamata anche mainboard) collega tutti i componenti del computer, collegando il processore, i moduli di memoria, le schede grache e di espansione, i dischi rigidi e le connessioni per la rete, la tastiera, il mouse e altro.

Memorie:

In termini semplici, la memoria è usata per immagazzinare dati temporaneamente, aumentando la velocità con cui la CPU può accedere ai dati dal disco rigido. Sia la capacità che la frequenza della memoria influenzano le prestazioni del computer. Più alta è la frequenza della memoria, più è veloce. Avere più memoria signica più spazio per l’archiviazione temporanea e, di conseguenza, migliori prestazioni.
DDR5 è quella attualmente più diusa, a partire da DDR5-4800 per i computer di livello base. Frequenze più alte come DDR5-6600 e DDR5-7200 sono tipicamente dedicate ai giocatori hardcore e agli overclocker. Inoltre la RAM può essere dotata di illuminazione RGB sulla parte superiore per abbinare la tua build al tuo tema.

Graphics Card:

La scheda grafica prende i dati dal computer e li emette come testo, immagini e colori su un monitor.
Attualmente, i principali produttori di schede grache sono: INTEL, NVIDIA e AMD.

NVIDIA: le schede della serie 4000 offrono un enorme salto di qualità rispetto alla serie 2000 e un bel salto confronto alla serie 3000. I modelli attuali della serie 40 sono per lo più schede per appassionati. “R” sta per “Ray Tracing”, Ray tracing è il santo graal della grafica di gioco, simulando il comportamento fisico della luce per fornire rendering di qualità cinematografica in tempo reale anche ai giochi più intensi visivamente.

AMD: abbiamo schede della serie 6000 per appassionati (da RX 6400 a RX 7600) e livelli di prestazioni della serie 7000 (da RX 7700 XT a RX 7900 XTX). Dove AMD si è semrpe difesa bene con rapporti Qualità/Prezzo ottimali. Scelta sicuramente consigliata per chi lavora grafica ad alti livelli.

INTEL: Leader delle CPU ha creato una gamma di GPU in grado di posizionarsi nella fascia economica offrendo buone soluzioni migliorando le prestazioni con i diversi aggiornamenti, sempre più frequenti, per offrire la qualità necessaria per fronteggiare le compagini.

Hard Disk:

Il disco rigido è il dispositivo di archiviazione del computer. Che si tratti di hard disk, unità a stato solido o SSD, o unità NVMe o SATA M.2, queste sono tutte forme di archiviazione per i file nel computer. L’archiviazione si è evoluta dai dischi rigidi che utilizzano la tecnologia magnetica per memorizzare i dati su dischi rotanti. Possono arrivare fino a 20 terabyte o più, ma i dischi rigidi da 4 a 8 terabyte sono un’opzione conveniente per l’archiviazione di massa. Però, con un trasferimento dei dati intorno ai 140-180 megabyte al secondo, la velocità è di gran lunga superata dagli SSD e dalle unità M.2. Le unità a stato solido, che siano SSD o unità M.2, utilizzano la memoria per immagazzinare i dati. Mentre la memoria DDR4 o DDR5 nel tuo computer si svuota quando non c’è corrente, le unità SSD e M.2 possono immagazzinare dati senza corrente. Per gli SSD, usano gli stessi connettori SATA dei dischi rigidi, ma le unità di buona qualità offrono velocità di lettura e scrittura di oltre 500 mega al secondo, il triplo della velocità dei dischi rigidi. Questi vanno fino a 2 terabyte di capacità, alcuni raggiungono i 4 terabyte.

Originariamente collegate con SATA, le nuove versioni si collegano direttamente alle lane PCIe della scheda madre per fornire una velocità incredibile. Queste unità sono chiamate sia NVMe che PCIe M.2. Le PCIe M.2 Gen3 avevano già una velocità di 3500 mega al secondo in lettura e 3000 in scrittura, ma le PCIe Gen4 permettono a questo formato di raggiungere un sorprendente 7000 mega al secondo in lettura e 5000 mega in scrittura, fino ad un aumento di 14 volte della velocità di lettura e 10 volte della velocità di scrittura.

PSU:

L’alimentatore converte la corrente alternata in corrente continua per i componenti del computer. I seguenti punti dovrebbero essere presi in considerazione quando si sceglie un alimentatore:

Wattaggio:
Linee guida generali: un PC per il web, word ed excel può cavarsela con 500-600 watt. Per le GPU NVIDIA, una serie RTX 2000 di ultima generazione ha bisogno di circa 650-750 watt. La GPU RTX 3080 richiede 750 watt, e la RTX 3090 di fascia alta ha bisogno di 850 watt o più.

Efficienza energetica:
Il programma di certicazione 80 Plus per gli alimentatori presenta le seguenti classicazioni: 80 Plus, 80 Plus Bronze, 80 Plus Silver, 80 Plus Gold, 80 Plus Platinum e 80 Plus Titanium. Il livello più efficiente (e più costoso) Titanium offre più del 94% di efficienza energetica al 50% di carico.

Design dell’alimentatore

CASE:

La scelta di un case può essere fatta principalmente secondo il gusto personale, ma ci sono alcuni fattori da tenere in mente.

1. Flusso d’aria: il case deve avere un buon flusso d’aria, quindi ci dovrebbero essere molti punti di montaggio per le ventole. Cerca anche ampie aperture nella parte anteriore per far entrare l’aria, e che siano filtrate per aiutare a tenere la polvere fuori dal case.
2. Dimensioni: controlla le dimensioni della scheda madre che può andare nel case, la maggior parte delle schede madri sono di dimensioni ATX e non si adattano a case più piccoli. Controlla le specifiche del case, o considera un case più piccolo da abbinare. Inoltre dovrai controllare la lunghezza della scheda grafica che il case accetta, poiché le schede grafiche più recenti possono raggiungere i 27, 30 o quasi 33 centimetri di lunghezza. Hai bisogno di posti per SSD o hard disk? Controlla che il case abbia dei punti di montaggio per la tua unità di archiviazione. Poi, che tipo di soluzione di raffreddamento della CPU userai? Per il raffreddamento ad aria, controlla l’altezza massima del case per il raffreddamento della CPU in millimetri, deve essere almeno qualche millimetro in più dell’altezza del tuo sistema di raffreddamento. Per quello a liquido è importante capire la lunghezza del radiatore e come poterlo posizionare per il miglior rendimento.

2 commenti su “Come assemblare un PC: Guida per principianti [Parte 1]”

  1. Si ma servirebbero dei consigli più precisi. Scrivete di preciso come mettere la pasta termica o il dissipatore senza spaccare tutto!

    Rispondi

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00