CPU Bestseller 2020: AMD Ryzen 7 3700x e Ryzen 9 3900x. Protagonisti anche nel 2021?

L’anno appena passato ci ha regalato 2 processori veramente ottimi e, anche grazie alla scarsità della nuova gamma, mantengono ancora oggi il primato nelle vendite di CPU. Non credo sia un caso ed analizziamo il perché:

Il Ryzen 7 3700X ancora oggi rappresenta, nel formato BOX con dissipatore incluso, un rapporto qualità/prezzo incredibilmente conveniente con 310 Euro circa di prezzo.

Vanta l’interfaccia PCIe 4.0 e ho il supporto nativo per le memorie da 3200MHz, mantenendo al contempo la tradizione dell’IHS saldato alla CPU vera e propria. In più, rispetto anche alla precedente versione, promette anche un’ottima efficienza con 65W di consumo dichiarato per per 8 core e 16 thread spinti a 3.6GHz su tutti i core e 4.4GHz in boost. Sia chiaro, sotto sforzo i consumi effettivi sono probabilmente sono superiori, ma il risultato complessivo è comunque ottimo e sfrutta tutte le tecnologie già presenti nei precedenti processori Ryzen. Tecnologie come l’interconnessione Infinity Fabric che garantisce grande stabilità alle frequenze della memoria RAM ( in questo test composta da due banchi da 8GB di G.Skill Trident Z RGB); Risulta importante una versione migliorata del Precision Boost Overdrive, aumentando moltissimo le prestazioni complessive degli otto core pur mantenendo la stabilità dei processi. Non tralasciamo il raddoppio della cache e dalle ottimizzazioni allo scheduler per Windows che dovrebbe garantire uno sfruttamento più efficace delle nuove GPU nell’ambiente più diffuso nel mondo PC. Il tutto retrocompatibile anche se sulle schede madri della serie X370 e B350, dove in tutte le schede madri basta aggiornare il BIOS (in alcune schede madri con il TDP più basso potrebbe creare qualche problema con il Ryzen 9).

Benchmark Ryzen 3700X vs Ryzen 9 3900XIl Ryzen 9 3900X mette a disposizione ben 12 core e 24 thread. IL prezzo? Oggi si può acquistare a circa 430 Euro con dissipatore incluso! Le frequenze operative sono pari a 3,8 / 4,6 GHz, ha 70 MB di cache (AMD la chiama GameCache) e un TDP di 105 watt. Ryzen 7 3700X invece ha 8 core e 16 thread che lavorano a 3,6 / 4,4 GHz e 36 MB di cache totali in un TDP nettamente più contenuto di 65 watt. Ma i vantaggi di un processore del genere vanno al di là del solo gaming. Supera abbondantemente anche il Core i9-9900K, facendo valere non solo i core ma anche le frequenze come risulta evidente dai 508 punti nel test single thread di Cinebench R20 che gli permettono di superare il Core i7-9700K imponendosi in multithread su tutte le CPU consumer in circolazione con 6929 punti. Stiamo parlando, però, di un test di rendering che non risponde delle prestazioni reali, a differenza delle capacità di codifica mostrate in Handbrake con 145fps che equivalgono quasi a un terzo in più di quelli del 3700X, segno che tutti i core lavorano a dovere. E lo fanno anche in CPU-Z, laddove i processori Intel mantengono la leadership in single thread, anche se i 530 punti del Ryzen 9 3900X si avvicinano parecchio ai 550 del Core i7-9700K, trasformandosi in gioco in un ulteriore passo avanti che vede il mostruoso processore talvolta eguagliare e spesso superare il Ryzen 7 3700X.

Il Wraith Prism, presente nelle 2 CPU proposte, ci ha sorpreso tenendo a bada una bestia come il Ryzen 9 3900X, con circa 50 gradi nel desktop (dovuti anche alla temperatura ambientale di quasi 30 gradi) e picchi di 86 gradi, comunque inferiori alla temperatura limite di 95 gradi, durante benchmark e giochi particolarmente impegnativo. Quindi, se non su vuole osare troppo, è possibile mantenere tranquillamente questo bel dissipatore RGB senza dover spendere altri soldi!

Dopo tutte queste informazioni siete ancora indecisi su quale CPU puntare? Beh, allora non vi resta che contattarci.. Grazie da Pixmart.it

P.S. Ringrazio tomshw.it e multiplayer.it da dove ho preso i dati sopra elencati e vi ho estratto quello che secondo me è utile sapere!

 

 

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00